Cambiamento climatico: qual è l’impatto dei prodotti animali sull’ambiente?

Secondo uno studio, i prodotti animali sono responsabili di oltre l’80% delle emissioni di gas serra legate all’alimentazione umana.

Annunci

Ormai il cambiamento climatico è noto a (quasi) tutti e i suoi effetti potenzialmente devastanti sono di fronte ai nostri occhi ogni giorno. Estati torride e secche, con la presenza però di piogge torrenziali, alluvioni e temporali violenti; mezze stagioni pressoché inesistenti; inverni miti, ma anche tremendamente rigidi con nevicate straordinarie e gelate improvvise; tempeste e cicloni sempre più frequenti. Il pianeta sembra volersi ribellare, manifestando un clima instabile e imprevedibile che danneggia le attività umane e la natura stessa.

Le emissioni di gas serra nell’atmosfera sono ritenute le principali responsabili del surriscaldamento globale. E’ indubitabile lo zampino delle sostanze inquinanti prodotte dai mezzi di trasporto e dall’industria, tuttavia molti sembrano non voler riconoscere l’enorme impatto prodotto da un’industria in particolare: quella agroalimentare.

Cambiamento climatico e dieta

Una ricerca condotta dalla University of Michigan e dalla Tulane University ha analizzato l’impatto sull’ambiente di oltre 300 alimenti e della dieta di 16000 americani. Per la prima volta, anziché basarsi sulla dieta “tipo” della popolazione, lo studio si è focalizzato su un campione effettivo di persone e sulla loro alimentazione giornaliera, includendo ogni stile di vita.

Stando ai risultati ottenuti, solo il 20% degli americani onnivori – quindi che includono nella propria dieta anche i prodotti di derivazione animale – è responsabile del 46% delle emissioni inquinanti legate all’alimentazione durante una giornata media. Gli alimenti di derivazione animale – ovvero carne, pesce, latticini e uova – sono emersi come imputabili dell’83,5% delle emissioni.

L’impatto delle diete vegetali

Naturalmente, anche le diete vegane hanno un impatto sull’ambiente. Tuttavia, lo studio ha evidenziato come un’alimentazione vegetale sia responsabile appena del 3% delle emissioni giornaliere legate alla produzione di cibo. A sorpresa, gli alimenti con il minore effetto sull’atmosfera sono i legumi, che causano appena lo 0,3% delle emissioni.

Combattere il cambiamento climatico con l’alimentazione

La ricerca ha dimostrato quanto l’alimentazione individuale sia un fattore importante nel cambiamento climatico. I 7 miliardi di individui che popolano il pianeta si stanno muovendo sempre più verso una dieta basata su prodotti di derivazione animale, ponendo una seria minaccia nei confronti dell’equilibrio degli ecosistemi. La riduzione del consumo di prodotti animali, tuttavia, garantirebbe una diminuzione dei livelli di gas serra nell’atmosfera.

Autore: Martina Garancini

Feminist, plant-based, wannabe saviour of the world.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...